Perché avere una radio è importante e scegliere quella giusta lo è ancora di più.

  • wellnet 

Di solito, quando si parla di radio si pensa subito a una situazione di emergenza e di sicurezza: pronto soccorso, polizia, vigili del fuoco, protezione civile sono solo alcuni esempi di figure professionali che ci vengono in mente quando parliamo di radio.

Quello che però non tutti sanno è che queste figure professionali non sono le uniche ad utilizzare la radio. La radio infatti è molto utilizzata nei luoghi in cui è necessario gestire il pubblico, situazioni dove occorrono strumenti di comunicazione rapidi su superfici ampie. Per fare qualche esempio, grandi magazzini, centri commerciali, ristoranti, hotel e stazioni balneari.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo della radio?
– Le radio non temono urti, né temperature alte o basse. Sono fatte proprio per durare nel tempo.
Hanno un’ottima copertura del segnale: alla radio non manca mai il segnale, da nessuna parte (non esistono “zone d’ombra” come con la linea telefonica)
Assicurano velocità nelle comunicazioni. Inoltre per comunicare con la radio non serve conoscere i numeri di telefono di tutti gli interlocutori, basta premere un pulsante: PTT.

C’è poi un vantaggio in più: è finalmente diventato legge il decreto emanato il 17/7/2020 che sancisce la liberalizzazione della banda PMR446. Grazie alla legge n.120 dell’11 settembre 2020, ora non è più necessario compilare e presentare all’Ispettorato Territoriale la dichiarazione autocertificativa e pagare un contributo annuo di 12€.

Come puoi vedere il momento perfetto per comprare la tua radio è proprio questo! Compra ora la tua radio PMR446 e utilizzala senza ulteriori perdite di tempo, in Italia, come nel resto d’Europa!

Quali ricetrasmittenti possono servire alla mia Azienda?

In generale, per le aziende che utilizzano ricetrasmittenti (negozi di abbigliamento di grandi dimensioni, bar, club…), sono consigliate delle ricetrasmittenti PMR446 anche grazie al libero utilizzo. Questi walkie hanno più canali e sotto-canali (frequenza PMR 446) che possono essere utilizzati senza abbonamenti o licenze. Basta caricare la batteria e trovare un canale libero per iniziare ad usarli.

Esiste poi un’altra categoria di ricetrasmittenti che può essere utilizzata esclusivamente con licenza. Si tratta di ricetrasmettitori dual band, che lavorano con le frequenze VHF o UHF. Per utilizzarli, è quindi indispensabile richiedere una licenza al Ministero dell’Industria, Energia e Turismo, che fornirà una frequenza specifica da utilizzare in maniera esclusiva. Questa tipologia di sistema di comunicazione è analogo a quello utilizzato dai servizi di polizia e di emergenza, ma che spesso trova anche impiego per lo sport e la caccia (ogni comunità ha una propria frequenza). Le radio di questa fascia sono attrezzature consigliate per le aziende che necessitano un’elevata affidabilità e qualità delle comunicazioni, poiché permettono di lavorare su frequenze senza interferenze esterne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *