L’importanza ed il valore della batteria della tua ebike

  • wellnet 

Spesso la batteria rappresenta l’elemento più costoso di una bicicletta elettrica, e al tempo stesso, anche la parte più importante. Per questo motivo è necessario sia in fase di acquisto, che in quella di utilizzo e manutenzione dedicare alla batteria attenzioni particolari.

L’ autonomia della batteria
La prima indicazione dell’autonomia di una batteria è data dalla capacità che è indicata in Ah o Watt-h, maggiore è il valore di Ah o Watt-ora e maggiore sarà la sua durata. L’autonomia però varia da fattori indipendenti alla batteria come l’efficienza del motore, il livello di assistenza del motore rispetto alla pedalata, la lunghezza e la pendenza delle salite che si affrontano, il peso del ciclista, il vento e ancora il livello dei gonfiaggio delle camere d’aria. Per questo motivo è consigliato effettuare una manutenzione accurata della meccanica in modo da non dissipare parte dell’energia della batteria in inutili perdite meccaniche


I primi segnali di usura
In ogni caso, con il passare del tempo, l’autonomia comincerà a calare, in modo graduale. Generalmente se la bici è stata tenuta bene lo si percepisce dopo 24-36 mesi di utilizzo. È importante quindi imparare a gestirle al meglio, per prolungarne la vita.
Consigli utili per allungare la vita della batteria
Le batterie si danneggiano se vengono sovraccaricate spesso, evitate quindi di utilizzare caricabatterie non adatti alla vostra batteria. Allo stesso modo si danneggiano anche se vengono scaricate al massimo, in alcuni possono anche smettere definitivamente di funzionare se lasciate scaricare per troppo tempo. Ricordatevi che le batterie operano al meglio a temperature simili a quelle a cui lavorano al meglio anche gli esseri umani! Quando fa freddo perciò (sotto i 10°C), è bene tenere le bici e ricaricarne le batterie al coperto, e portare la bici fuori solo al momento dell’uso effettivo. Trattale delicatamente dato che eccessivi scossoni e urti possono danneggiare i componenti chimici e elettronici al loro interno. Se non si utilizza a lungo l’ebike è necessario comunque ricaricare regolarmente la batteria, circa una volta ogni 2- 3 mesi. Per essere ancora più precisi, la cosa migliore sarebbe caricare la batteria fino al 100% della sua capacità e poi una volta al mese ricordarsi di controllare lo stato di carica, che probabilmente sarà sceso un po’. Se lo stato di carica scende al di sotto del 50-60% e utile a questo punto effettuare una nuova ricarica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *