La batteria ebike: 11 risposte per soddisfare la tua curiosità

  • wellnet 

La batteria è la fonte di energia della bicicletta a pedalata assistita (o pedelec). Alimenta l’elettromotore con la potenza elettrica necessaria per il supporto durante la marcia.

La batteria eBike è protagonista di numerose domande: che differenze ci sono tra le batterie? Quanta autonomia ha la batteria dopo la carica? A cosa si deve prestare attenzione per la sua conservazione? 

Oggi rispondiamo a undici domande ricorrenti sulla batteria eBike, sperando di soddisfare la tua curiosità!

1. Cosa contraddistingue le batterie agli ioni di litio?

Le batterie agli ioni di litio sono tra le batterie più moderne e comuni per le pedelec. Grazie alla loro elevata densità energetica, accumulano più energia e hanno un peso più ridotto. Con un peso medio di circa 2,5 kg, sono tra le più leggere sul mercato e vantano la più elevata densità energetica.

2. Qual è la durata media di una batteria?

Le batterie agli ioni di litio garantiscono una lunga durata. Sono concepite per durare per molti chilometri. Il sistema di gestione batterie intelligente (BMS) le protegge dalle alte temperature, dal sovraccarico e dalla scarica profonda. Non è possibile prevedere la durata con massima esattezza (dipende soprattutto dal tipo e dalla durata delle sollecitazioni cui è sottoposta). Mediamente parliamo di 400-500 cicli di carica e scarica.

3. Quali sono i fattori che influiscono sulla durata della batteria eBike?

Per estendere al massimo la durata della batteria, ci si deve attenere ad alcune semplici regole di cura, trasporto e corretta conservazione. La batteria va conservata in un ambiente asciutto e al riparo dai raggi solari, ad una temperatura ambiente compresa tra circa 10 e 20 gradi Celsius. Lo stato di carica ideale della batteria è compreso tra il 30 e il 60 percento. La carica dovrebbe avvenire, idealmente, a temperatura ambiente. Durante il trasporto è importante rimuovere sempre la batteria dall’eBike e conservarla in una zona sicura del veicolo.

4. Qual è la durata di carica della batteria?

La durata di carica dipende dalla capacità della batteria.

Facendo un esempio con il prodotto Bosch, con il caricabatteria standard, per caricare a metà la PowerPack 300, la PowerPack 400 e la PowerPack 500 sono necessarie, rispettivamente, un’ora, un’ora e mezzo e due ore circa. Una batteria PowerPack 300 completamente scarica si ricarica pienamente in sole due ore e mezzo. Una PowerPack 400 richiede invece 3,5 ore, mentre la PowerPack 500 4,5 ore.

5. Quanta autonomia ha la batteria dopo la carica e perché?

Non è possibile sempre dare una risposta univoca Con una carica della batteria si possono percorrere da meno di 20 km a oltre 100 km. Numerosi e molteplici fattori influiscono sull’autonomia:

  • il livello di supporto
  • il comportamento
  • l’andamento di marcia
  • la resistenza dell’aria
  • il peso del ciclista
  • la pressione delle gomme
  • il terreno

Quali sono le condizioni del terreno? Stiamo viaggiando su una strada asfaltata, una strada di campagna o su un sentiero di montagna? Il percorso presenta molte salite e pendenze o è in piano? Tutte queste variabili influiscono sull’autonomia della batteria.

Se hai un sistema Bosch ti consigliamo di consultare la pagina www.bosch-ebike.com: lì infatti troverai un “Assistente Autonomia” che, considerando vari fattori, ti calcola un punto di arresto in base ai chilometri percorribili nelle condizioni indicate.

6. A cosa si deve prestare attenzione durante l’inverno?

In generale, si deve considerare sempre che il freddo riduce le prestazioni della batteria. In caso di funzionamento durante l’inverno a temperature inferiori a 0 °C, è raccomandabile che la batteria caricata e conservata a temperatura ambiente venga inserita nell’eBike solo poco prima di iniziare il viaggio. Se l’eBike non viene utilizzata per molto tempo, la batteria va  conservata in un luogo fresco e asciutto, con una carica compresa tra il 30 e il 60 percento della sua capacità.

7. Come ci si prende  cura correttamente della batteria?

Per riuscire a proteggere i componenti elettronici, per la pulizia è assolutamente sconsigliata la pulitrice ad alta pressione. Raccomandiamo di pulire la batteria con un panno umido. Da evitare l’uso di detergenti aggressivi. Prima di pulire l’eBike è necessario rimuovere la batteria. Di tanto in tanto, è utile pulire e lubrificare leggermente anche i poli del connettore dell’eBike.

8. Qual è il corretto procedimento di carica?

Le batterie con celle agli ioni di litio possono essere caricate brevemente nella misura desiderata, indipendentemente dal loro stato di carica. Il sistema di gestione batterie protegge la batteria dal sovraccarico. Un’ interruzione del procedimento di carica non danneggia la batteria. Una nota importante: le batterie eBike possono essere caricate esclusivamente con il rispettivo caricatore. Diversamente, possono danneggiarsi in modo irreversibile (tra l’altro, invalidando la garanzia).

9. Con che frequenza va caricata una batteria?

Le migliori batterie hanno ancora di un’elevata capacità dopo 500 cariche complete  (tra il 60 e il 70%).

Secondo un test svolto dall’ADAC nell’autunno del 2015, una batteria  Bosch poteva essere scaricata e ricaricata completamente fino a ben 1.515 volte; in seguito possedeva solo il 30 percento della sua capacità originale e non poteva essere più impiegata. Cosa significa? Che questa batteria sarebbe stata sufficiente per percorrere fino a 57.000 km, pari a una volta e mezzo la circonferenza della terra.

10. Dove si possono far riparare le batterie?

 Le batterie agli ioni di litio di elevata qualità sono sistemi complessi e ad alta precisione. La riparazione delle batterie delle eBike richiede competenze tecniche particolari. Il nostro laboratorio è attrezzato con moderni sistemi di test e controllo. Se necessiti di una riparazione, procedi così: invia una mail con la foto del modello della batteria e descrivi il difetto. Ti contatteremo rapidamente e ti diremo se è possibile effettuare un controllo o se è necessaria la sostituzione.

11. Come vengono smaltite le batterie?

Il rivenditore specializzato deve garantire lo smaltimento ecologico e gratuito della batteria. Questo avviene mediante il “sistema comune di ritiro batterie”, che consente tra l’altro di recuperare preziosi materiali nel circuito delle materie prime, proteggendo le nostre risorse e l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *