Batterie al litio moto

  • wellnet 

Sono la principale fonte di energia della nostra tecnologia portatile, permettendo ai nostri dispositivi
portatili, smartphone, tablet, ebook reader, fotocamere e videocamere di essere sempre più leggeri e
di dimensioni compatte.
Da alcuni anni le batterie al litio sono entrate nel mondo delle moto, derivano proprio dalla
ricerca e dallo sviluppo tecnologico applicato in altri ambiti. Prima hanno cominciato ad affermarsi
nell’aftermarket ed ora vengono montate come primo impianto da alcune case motociclistiche nei
loro modelli di punta.

Batterie al litio: cosa sapere

Spopolano tra chi vuole alleggerire il peso della due ruote, tra chi vuole una batteria con maggior
spunto in grado di far ripartire la moto al primo colpo, anche se è stata ferma in garage per diversi
mesi.
Come detto in precedenza alcune case produttrici hanno cominciato a inserire le batterie al litio
sulle loro moto, ma è il mondo un po’ vintage o quello delle gare che trova ormai insostituibile
questo prodotto per incrementare affidabilità, maneggevolezza e risparmio.
Non bisogna farsi trarre in inganno da quello che al momento appare come l’unico vero deterrente
all’acquisto e cioè il prezzo. E’ vero che a parità di amperaggio, una batteria al litio, rispetto a
quelle tradizionali al piombo, costa almeno il 40 per cento in più che in certi casi, per caratteristiche
superiori e per brand diverso, può arrivare anche al 100 per cento in più.
Eppure il risparmio c’è, ma bisogna conoscere meglio le caratteristiche di queste batterie per
comprenderne le potenzialità anche sul versante del risparmio. Quindi cominciamo a scoprire come
sono fatte le batteria al litio moto.

Come funzionano le batterie al litio

In una batteria con gli ioni di litio è presente un elettrodo positivo, costituito appunto dal litio.
Questo viene collegato a un elettrodo negativo realizzato in carbonio. Basta questo a spiegare
perché le batterie al litio moto sono decisamente più leggere rispetto a quelle al piombo. Sono gli
elementi chimici a fare la differenza, essendo appunto più leggeri.

In questo tipo di batterie non è necessitano dell’elettrolita, in genere acido solforico in grado di
favorire la migrazione degli elettroni. Questo non è un dettaglio da poco: l’assenza dell’acido
permette di evitare la normale manutenzione sulla batteria, tramite il rabbocco.

Si hanno maggiori vantaggi anche in materia di sicurezza: infatti le batterie possono essere
maneggiate con tranquillità, senza temere che l’acido si versi causando danni alle parti meccaniche
o alla carenatura della moto, per tale motivo queste batterie possono essere montate in qualsiasi
posizione.

Come detto in precedenza grazie a questa particolare composizione il peso e le dimensioni
subiscono un drastico ridimensionamento, poco inferiore al 60 per cento in confronto alle comuni
batterie al piombo. Grazie alla capacità di fornire alte correnti di scarica si utilizzano batterie con
amperaggio inferiore a quelle delle batterie al piombo.


Si hanno maggiori vantaggi anche in materia di sicurezza: infatti le batterie possono essere
maneggiate con tranquillità, senza temere che l’acido si versi causando danni alle parti meccaniche
o alla carenatura della moto, per tale motivo queste batterie possono essere montate in qualsiasi
posizione.

Come detto in precedenza grazie a questa particolare composizione il peso e le dimensioni
subiscono un drastico ridimensionamento, poco inferiore al 60 per cento in confronto alle comuni
batterie al piombo. Grazie alla capacità di fornire alte correnti di scarica si utilizzano batterie con
amperaggio inferiore a quelle delle batterie al piombo.

Le batterie al litio hanno una vita media di gran lunga superiore a quelle al piombo, generalmente
conservano le loro prestazioni di erogazione e di ricarica pressoché intatte per almeno cinque o sei
anni, ben oltre quindi i tre o quattro al massimo delle batterie a piombo.

Le batterie al litio moto sono soggette molto meno al fenomeno di auto scarica rispetto alle batterie
al piombo, per questo motivo non soffrono le lunghe soste invernali e facilmente consentono di
partire al primo avvio anche senza una ricarica di mantenimento durante l’inverno.

Sono infatti le più affidabili soprattutto nei periodi invernali, quando le temperature sono piuttosto
rigide. Infatti la loro capacità di lavorare a temperature estreme permette, a differenza delle
tradizionali batterie al piombo, che soffrono quando la temperatura scende al di sotto dei 5 gradi
sotto zero o supera i 30 gradi, di sfidare i -20 gradi e i 50 gradi sopra lo zero termico.

Le batterie al piombo tradizionali in condizioni di temperature prossime o addirittura al di sotto
dello zero termico, richiedono un tempo più lungo per ricaricarsi e un tempo più ridotto per perdere
carica.

Ricapitolando vediamo quali sono le ragioni per le quali le batterie al litio sono da preferire a quelle
al piombo: la durata anzitutto: avendo una vita più lunga rispetto alle normali, pur spendendo una
cifra superiore, la resa in termini di tempo ci ripagherà del surplus di spesa.
Spesa che si ammortizza anche eliminando i costi di manutenzione, dovuti all’assenza di liquido.

Il peso, che non è un elemento di poco conto: moto più leggere hanno consumi di carburante
inferiori
.

I tempi di ricarica: non sarà necessario attendere più di mezzora per recuperare energia e potremo
stare tranquilli a lasciare ferma a lungo la nostra moto: alla ripartenza non ci tradirà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *